RISCATTO BENE IMPEGNATO

Il proprietario dell’oggetto, presentando la polizza al prestatore, può riscattare il bene impegnato alla scadenza del prestito restituendo la somma ricevuta come finanziamento maggiorata degli interessi dovuti.

Il debitore è libero di riscattare anticipatamente il pegno, cioè prima della scadenza prevista, ma dovrà corrispondere al prestatore la somma ricevuta in prestito maggiorata degli interessi dovuti per il periodo e di una commissione di estinzione anticipata.

Alla scadenza contrattuale, il debitore può anche non riscattare il bene, ma rinnovare il prestito per ulteriori 6 mesi, corrispondendo unicamente gli interessi maturati e il diritto fisso di custodia.

I commenti sono chiusi